Home Page |Storia della cittā | Turismo | Chiese | Monumenti |                                 urp@comune.pedara.ct.it

       _____________________________________________________________________
  24 Maggio 2018

 

Il 24 maggio 2018, giorno che ricorda l’entrata in guerra dell’Italia nel corso del primo conflitto mondiale (1915), in piazza Don Diego Pappalardo, davanti al monumento ai Caduti e alla presenza degli alunni dell’Istituto Comprensivo “S. Casella”, dei loro insegnanti, del baby Consiglio, dei componenti dell’Amministrazione Comunale e di alcuni cittadini, il sindaco Antonio Fallica ha svelato un mazzo di rose realizzato in ferro battuto, donato dal generale dell’Esercito in pensione Basilio Franchina, pedarese, residente a Roma, in omaggio ai figli di Pedara caduti per la Patria. Alla cerimonia erano presenti anche i rappresentanti della famiglia Franchina e coloro che si sono adoperati per la realizzazione dell’opera.

Il monumento pedarese, eretto nel 1925 dallo scultore nicolosita Vincenzo Torre, fu voluto proprio per commemorare i caduti della Grande Guerra che a Pedara furono 75 su oltre 700 mobilitati. A farne memoria č intervenuto anche il baby Sindaco, Carola Consoli, che ha letto i nomi dei soldati pedaresi morti in battaglia. Nel suo intervento, il Sindaco ha voluto ringraziare il gen. Franchina per la sensibilitā dimostrata per Pedara e i suoi Caduti, comprendendo anche quelli coinvolti nella guerra civile spagnola 1936-39 (il 1° cap. d’artiglieria Alfio Tomaselli - MAVM) e nella Seconda Guerra Mondiale che vide soprattutto il sacrificio dell’Amm. Antonino Toscano (MOVM).

ŠSalvo De Luca



Comune di Pedara - Tel. Municipio  Centralino 095.7028111  - Piazza Don Bosco - 95030 Pedara Italia